Myanmar, itinerario fai da te di due settimane

0 Shares
0
0
0

Il Myanmar è un posto ancora autentico, un posto in cui il turismo di massa non è ancora arrivato. Se volete visitare l’Asia e siete ancora indecisi sulla meta, vi consigliamo di andare in Birmania, ora, prima che il turismo snaturi l’atteggiamento della popolazione birmana e quei luoghi magici.

Ti raccontiamo il nostro itinerario di 14 giorni in Myanmar, qualche consiglio sulle tappe da fare e come muoversi nel paese.
Come sempre il nostro viaggio si svolge nel periodo natalizio, questa volta dal 21 dicembre al 04 gennaio. Abbiamo preso in totale 3 voli  interni, un traghetto più 2 voli intercontinentali.
I voli interni sono indispensabili per non perdere giornate intere in viaggio.

Vi raccontiamo passo passo il nostro itinerario fai da te per vivere al meglio il Myanmar in 14 giorni.

Partenza da Bologna verso Yangon il 21 dicembre mattina con Emirates con scalo a Dubai. Visto lo scalo molto lungo, Emirates ci ha offerto la notte a Dubai, un hotel vicino l’aeroporto. Ci sentiamo fortunati perchè passare più di 6 ore di scalo in aeroporto è davvero stancante.

YANGON – 2 GIORNI
22 e 24 dicembre Yangon 2 giorni

I primi passi in Birmania li abbiamo fatti a Yangoon. Una metropoli vivace e luogo di forte spiritualità. Qui la cosa più bella da fare è sicuramente visitare al tramonto la Shwedagon Paya

BAGAN  – 2  GIORNI
24 e 26 dicembre Bagan 2 giorni



Il 24 dicembre siamo partiti da Yangon in direzione Bagan con volo Golden Myanmar Airlines.

La Valle dei Templi di Bagan è Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 2019. In questo articolo, trovate moltissimi consigli su come girarla e cosa visitare in 2 giorni. 
Vedere il volo delle mongolfiere all’alba sulla Valle dei Templi è stata una delle cose più belle del viaggio.

YANDABOO – 1 GIORN0
Dal 26 dicembre al 27 dicembre Yandaboo – 1 giorno

Siamo arrivati a Yandabo in auto con autista, ma si può arrivare anche attraverso il fiume. Il viaggio Bagan – Yandabo, durata circa 2 ore e 30 minuti. Vi consigliamo di farlo in macchina.
Yandabo è un piccolissimo viaggio a metà strada tra Bagan e Mandalay. Vi raccontiamo la nostra esperienza qui e perchè vale la pena fermarsi.

MANDALAY – 3 GIORNI
Dal 27 al 30 dicembre Mandalay – 3 giorni

Dal piccolo villaggio di Yandaboo si può raggiungere Mandalay sia via terra che via fiume. Abbiamo scelto il fiume. Il viaggio in traghetto sul fiume Irrawaddy dura 4 ore. Parte davanti l’hotel Yandaboo Home e arriva direttamente a Mandalay.
Mandaly è una città caotica, enorme, da vedere assolutamente la Kuthodaw Paya, chiamato anche il libro più grande del mondo, il mercato della giara, il Ma Soe Yein Kyaung, il monastero più grande della città, e la Shwekyimynt Paya che ospita la statua del buddha più famosa di tutto il paese. La statua alta di 3,8 metri si trova su un piedistallo alto e pesa piu di 7 tonnellate; le continue coperture con foglie d’oro hanno reso irriconoscibile il Buddha.
Al tramonto vi consigliamo di salire su Mandalay Hill, da cui si può ammirare tutta la città. Fatelo a piedi.

LAGO INLE – 2 GIORNI E MEZZO
Dal 30 dicembre al 2 gennaio Lago Inle – quasi 3 giorni

Il 30 dicembre ci siamo spostati verso il Lago Inle con un volo verso l’aeroporto di Heho. Dall’aeroporto abbiamo organizzato il transfer verso l’hotel prenotato sul Lago Inle. Occorrono 1 ora di auto + 45 minuti piacevolissimi di barca.
Vi racconteremo presto i 3 giorni passati sul Lago.

LOIKAW – 1  GIORN0
Dal 2 al 3 gennaio Loikaw – 1 giorno 

Siamo andati a Loikaw perché curiosi di incontrare e conoscere la tribù delle donne giraffa, le donne dell’etnia birmana dei Kayan – anche chiamata Padaung.
Questa donne cominciano a mettere gli anelli al collo all’età di 5 anni e aggiungono 1 anello ogni 3 anni fino all’eta di 25.
Fino a quel momento ne avevamo solo sentito parlare ed eravamo convinti che questi anelli allungassero il collo, invece abbiamo scoperto che, con il loro peso, abbassano le spalle e la cassa toracica.
Loikaw si trova ai confini con la Thailandia, queste donne non parlano inglese, ma con gli occhi sono riuscite a trasmettere la loro malinconia.

Questi villaggi fino a pochissimi anni fa erano accessibili solo attraverso permessi che andavano richiesti più di un mese prima della visita. Oggi invece si può entrare liberamente. Noi abbiamo preso una guida per scoprire tutta Loikaw.

YANGON- 1 GIORNO
Dal 3 al 4 gennaio Yangoon – 1 giorno

Ultimo giorno a Yangoon. Abbiamo cercato di goderci la città, girando senza meta, scoprendo un tramonto bellissimo.

Vi è venuta voglia di partire?

 

0 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla gestione dei miei dati ed autorizzo il loro trattamento.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.