Escursioni da fare da Bogotà: Zipaquirá, la Cattedrale dal Sale e Laguna Guatavita

5 Shares
5
0
0

Bogotà è stato il primo approccio alla Colombia. Siamo arrivati all’aeroporto di Bogotà la sera della vigilia di Natale e visto che il giorno successivo, giorno di Natale, a Bogotà era tutto chiuso, abbiamo deciso di organizzare un’escursione nei dintorno della capitale Colombiana.

Da Bogotà i 2 tour più gettonati sono Zipaquirá e Catedral del Sal ( 1 ora di strada) e  Villa de Leyva ( 4 ore di strada).
Dal nostro itinerario di viaggio, studiato dall’Italia, avevamo a disposizione solo 2 giorni a Bogotà, uno da dedicare alla città e uno per l’escursione. Abbiamo quindi deciso di dirigerci verso Zipaquirá perché crediamo che un’escursione a Villa de Leyva necessiti di più giorni.

Catedral de Sal de Zipaquirá

A Zipaquirá l’attrazione principale è la Cattedrale del Sale.
Una delle 7 meraviglie della Colombia.

Una cattedrale interamente fatta di sale in grado di ospitare 10 mila persone a 180 metri di profondità. Per creare questa chiesa sono state rimosse 250 mila tonnellate di sale grezzo.
Subito dopo l’entrata si attraversa un piccolo tunnel illuminato di rosso e a seguire le 14 cappelle che rappresentano le stazioni della Via Crucis. Dopo una lunga e affascinante camminata, si giunge a quello che è la Cattedrale del Sale. Proseguendo verso la navata principale si apre la spettacolare croce gigantesca.
Il giro dura circa 2 ore e ognuno è libero di fermarsi e camminare senza accompagnamento, le audio guide descrivono benissimo ciò che si sta guardando.


 

DOVE  e COSA MANGIARE A ZIPAQUIRA

Grazie al consiglio di un local ci siamo fermati in un posto carinissimo chiamato “Brasas Del Liano“.
Abbiamo scelto il piatto tipico. Il nostro pranzo di Natale è stato un piatto completo con asado di maiale e manzo, platano dolce arrosto, riso e salsa guacamole, accompagnata con una zuppa fatta con farina di mais, patate e pollo sfilacciato.

Nello stesso giorno, con lo stesso tour abbiamo visitato la laguna di Guatavita. È uno dei laghi sacri del popolo Muisca.

È la Laguna da cui è nata la leggenda dell’El Dorado. Per arrivare qui si deve per forza prendere un taxi oppure un autista privato che vi aspetti all’uscita. Gli autobus non arrivano qui.

La leggenda narra che per far piacere agli Dei, gli abitanti della zona erano soliti gettare numerosi oggetti d’oro nelle sue verdi acque. La cosa piacque molto anche agli spagnoli i quali tentarono in tutti i modi di svuotare il lago per portarsi via il ricco tesoro. Riuscirono ad abbassare il livello delle sue acque di 20 mt e non oltre, ma la leggenda dell’El Dorado era ormai nata.
Molto dell’oro ritrovato in questa laguna è esposto nel Museo dell’Oro a Bogotà.

Con una guida si sale sulla laguna attraverso un percorso fatto di scalini tranquillamente fattibili con scarpe da ginnastica, fino ad arrivare alla punta più in altro 3.150 mt e ammirare tutta la laguna.

5 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla gestione dei miei dati ed autorizzo il loro trattamento.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

You May Also Like